LOTTERIA DEGLI SCONTRINI

L’agenzia delle entrate ha pubblicato la guida informativa “Lotteria degli scontrini per gli esercenti” per ricordare gli adempimenti posti a carico dei commercianti per l’attuazione del nuovo concorso a premi nazionale.
Per consentire la concreta operatività della lotteria, gli esercenti attività di commercio al minuto e i soggetti assimilati dovranno acquisire il codice lotteria presentato dai clienti che intendano partecipare al concorso e inviare i dati dei corrispettivi al “sistema Lotteria” mediante i propri registratori telematici o con la procedura web dell’Agenzia delle Entrate.

La lotteria degli scontrini è disciplinata dall’art. 1 co. 540 ss. della L. 232/2016, nonché dal provvedimento dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli e Agenzia delle Entrate 5.3.2020 n.80217.
Essa partirà dall’1.1.2021 e consentirà ai privati consumatori di partecipare ad estrazioni periodiche (settimanali, mensili e annuali) di premi in denaro a fronte degli acquisti effettuati presso commercianti al minuto tenuti alla trasmissione telematica dei corrispettivi.
La partecipazione è possibile qualora vengano rispettate le seguenti condizioni:
– l’acquirente sia una persona fisica maggiorenne residente in Italia, che effettua l’acquisto al di fuori dell’attività economica presentando il proprio codice lotteria;
– l’esercente acquisisca il codice lotteria e trasmetta in via telematica i dati dell’operazione al “sistema Lotteria”, secondo le regole previste dall’Agenzia delle Entrate.
Per ogni euro speso sarà generato un biglietto virtuale, fino a un massimo di 1.000 biglietti per ciascuno “scontrino”.

In base alla disciplina vigente, sia gli acquisti effettuati in contanti, sia gli acquisti con mezzi tracciati consentono di partecipare alle estrazioni, anche se questi ultimi offrono maggiori probabilità di vincere.
Tuttavia, il Ddl di bilancio 2021 prospetta una revisione della disciplina, in quanto prevede che la partecipazione alla lotteria sia consentita soltanto per gli acquisti effettuati mediante mezzi di pagamento elettronici (carte di credito, di debito, applicazioni mobili di pagamento, ecc.).
La guida informativa dell’Agenzia delle Entrate sembra già tenere conto di tale novità.

Gli esercenti che utilizzano i registratori telematici dovranno:
– verificare che il software del registratore di cassa sia aggiornato per memorizzare e trasmettere i dati della lotteria;
– collegare il registratore con i sistemi di pagamento elettronico;
– dotarsi di un lettore ottico di codici a barre per registrare in automatico il codice lotteria presentato dal cliente.
Coloro che utilizzano la procedura web per l’invio dei corrispettivi dovranno inserire manualmente il codice lotteria.

Il documento commerciale emesso a seguito dell’acquisto per il quale il consumatore ha manifestato la volontà di partecipare alla lotteria dovrà riportare, oltre agli altri dati previsti, anche:
– il codice lotteria che è alternativo all’indicazione del codice fiscale;
– l’evidenza dell’importo pagato con mezzi elettronici.

Nell’ambito della lotteria sono previsti premi anche a favore degli esercenti. Nello specifico:
– 15 premi settimanali di 5.000,00 euro;
– 10 premi mensili di 20.000,00 euro;
– un premio annuale di un milione di euro.
Il biglietto vincente per l’acquirente determinerà la vincita anche per l’esercente. In base alla normativa vigente i premi per gli esercenti sono collegati in ogni caso ai soli acquisti con mezzi tracciati.

L’esercente potrà verificare i documenti trasmessi mediante il servizio di consultazione disponibile sul sito Fatture e Corrispettivi (senza però visualizzare il codice lotteria) oppure sul sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it. In caso di vincita, riceverà apposita comunicazione dall’Agenzia delle Dogane e monopoli.

EnglishItalian